Ciao, mi chiamo Fabiana, di solito fotografo matrimoni e eventi. Il mio studio si chiama Studio Rainbow, questo è il mio sito, dove potete vedere i miei lavori.

In questo momento particolare dove il mio lavoro è congelato in una specie di “limbo sospeso” non ce la faccio a stare ferma, con le mani in mano ad aspettare che ci dicano che è tutto passato, voglio dare anche io il mio contributo e aiutare con il mio lavoro chi ha più bisogno e chi sta lavorando nel concreto per fronteggiare l’emergenza sanitaria.
E’ un mese che scalpito, dopo essermi disperata giusto quanto basta per il la sensazione di terra che crolla sotto i piedi, dopo aver mandato mail ad associazioni che però giustamente preferiscono continuare ad appoggiarsi sui volontari già formati invece che a sconosciuti, dopo essermi arrovellata su qual’è la cosa veramente urgente che io potrei fare, concretamente, per aiutare. Ho cominciato a fare quello che facevo prima e che so fare meglio: fotografare le persone. Ho cominciato a fare ritratti a distanza.

Ho cominciato a sentirne l’esigenza durante la successione di videochiamate dei primi giorni di quarantena.
Vedevo la mia migliore amica, mio fratello, mia suocera, mia nipote attraverso lo schermo e non riuscivo a smettere di pensare a quanto avrei voluto fermare l’immagine dei loro volti in questo momento preciso, che è la sola che ci è data di vedere, per raccontare questo momento storico così sconvolgente attraverso la storia delle persone comuni.
Attraverso quello che stiamo facendo, ognuno a casa propria.

Ne sta uscendo un collage di intimità veramente toccante.
La fotografia per me è incontro, scambio, testimonianza, ricordo, cura.
E questo progetto non fa che ricordarmelo, ogni giorno ancora, ogni giorno di più.

In cosa consiste esattamente?

Un incontro (virtuale) tra persone isolate, ognuno nelle proprie case.
Ci diamo un appuntamento, ci conosciamo, mi mostrate la vostra casa, vi guido nella posa, e click! Vi scatto una foto.

Da oggi con questo progetto sostengo due realtà che stanno lavorando per gestire l’emergenza Covid-19.
Ho deciso di non limitare a un solo canale la possibilità di aiuto.
Se state leggendo qui e volete partecipare al progetto potete scegliere liberamente a quale associazione donare:

– A livello nazionale: Fondazione ANT Italia ONLUS, che oltre alla normale assistenza specialistica domiciliare ai malati di tumore e prevenzione oncologica. Ora nel territorio Bresciano ANT offre anche il proprio intervento al domicilio di pazienti affetti da Coronavirus con necessità assistenziali complesse.
– A livello provinciale: ANA Sezione Salò Montesuello a favore degli ospedali Covid-19 di Gavardo e Desenzano

Chi vuole partecipare all’iniziativa Ritratti a Distanza potrà farlo in 3 semplici step.

1) effettuare una donazione minima di 100,00 euro a una delle due associazioni seguenti:
– per Fondazione ANT Italia ONLUSIBAN IT 77 V 03069 02491 100000001779 – Causale: Erogazione liberale – Potete anche andare sul loro sito e pagare direttamente con Paypal.
– per ANA Sezione Salò Montesuello a favore degli ospedali Covid-19 di Gavardo e Desenzano IBAN IT12K0311155182000000020033 – Causale: Raccolta fondi emergenza Corona Virus

2) inviare la ricevuta di bonifico a fabianazanola@gmail.com, dichiarando un paio di possibilità orarie per il nostro incontro virtuale, o scrivetemi

3) incontrarci virtualmente in videochiamata, raccontarmi come state vivendo questo periodo, seguire le mie indicazioni per la posa. E infine… sorridete! CLICK!

Infine, ricevere il proprio “Ritratto a distanza” e, magari, condividerlo.

Non vedo l’ora di vedervi, conoscervi… fotografarvi!